martedì 27 marzo 2012

Tema scuola media


Ricordo ancora il primo giorno di scuola media, ero emozionato, ma senza il desiderio di riprendere la scuola ed iniziare una nuova avventura : la scuola media. Fui subito assalito dai miei compagni di classe che mi venivano a salutare, insieme andammo a vedere le nuove e le vecchie insegnanti. All'inizio dell'anno avevo due professoresse nuove: quella di inglese e la supplente d'italiano. Dopo quasi due mesi, a novembre arrivò una professoressa che non potrò mai dimenticare. Mi ricordo il primo giorno che l'ho vista: appena entrata in classe le dissi :"Io sono Matteo, possiamo fare un gioco per conoscerci?" lei mi rispose tempestivamente :"Ma siamo matti?... siete in prima media!", io mi scusai e le dissi che ero abituato così. Era certo un segno che le cose erano cambiate dalle elementari.

Dopo circa una settimana abbiamo capito che lei era una persona severa e che voleva il massimo da noi. Oh stavo per andare fuori tema!  Ovviamente avevo altre sei professoresse, la materia che proprio non mi piaceva era la matematica forse perche la professoressa mi stava antipatica: infatti pretendeva tanto da me ed io facevo fatica a capire con i suoi modi severi la materia che avevo sempre tenuto la più difficile. Anche l'ora d'inglese era un vero e proprio inferno: noi presi dal divertimento facevamo di tutti. Io ho parecchie difficoltà a stare fermo e buono. A me piaceva la professoressa di italiano infatti l'ho nominata la mia preferita. Mi piaceva come insegnava perchè era contenta e felice delle persone che onestamente dicevano di non aver capito qualcosa. 
Gli amici da subito sono risultati affettuosi e simpatici . Tutti collaboravamo a mantenere un atmosfera d'allegria e felicita' . Mi stavano molto simpatici sin dall'inizio.
Questo è solo il primo anno della scuola media eppure già sento tanto forti questi cambiamenti. Spero che le medie mi portino ad un miglioramento in generale.
Matteo


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bel testo però un po' piccolo ... :)

Anonimo ha detto...

vero un Po piccolo !